La ‘Brigida’ fa il carico di solidarietà, inviati i beni ai giovani studenti di Leopoli

Sono partiti giovedì da Termoli i pacchi destinati agli alunni della città ucraina, raccolti dagli studenti dei plessi di via Maratona e via Cina

E’ in arrivo a Leopoli in queste ore il carico di aiuto inviati dagli studenti del comprensivo “M. Brigida” nel primo pomeriggio di giovedì.

I bambini della Primaria insieme ai compagni più grandi della secondaria di primo grado, in collaborazione con l’Associazione Apolonia, hanno dato vita ad una raccolta solidale di beni per l’igiene personale, generi alimentari, alimenti prima infanzia, vestiti, medicinali – ma soprattutto materiale didattico e scolastico – nei due plessi di via Maratona e via Cina.

Alla Primaria di via Maratona si è proceduto ad estrarre a sorte una determinata categoria di prodotti che è stata quindi abbinata ad ogni classe. Per cui i bimbi hanno poi portato ciò che rientrava nella categoria a loro assegnata.

Gli studenti della secondaria, invece, hanno consegnato pacchetti regalo contenenti materiali scolastici, accompagnando il dono con biglietti e messaggi di vicinanza, scritti in inglese oppure in ucraino.

Non si sono fatti di certo pregare i ragazzi della Brigida e le loro famiglie che, sin dal primo momento, hanno sposato l’iniziativa arrivando a scuola con ogni tipo di materiale didattico: penne, colori, quaderni, album solo alcuni degli oggetti pronti ad essere recapitati a Leopoli e destinati a bambini e ragazzi, ospiti di orfanotrofi del luogo.

Ad accompagnare i pacchi anche delle piccole realizzazioni artistiche che portano la firma dei giovani studenti: messaggi di vicinanza in inglese per annullare le distanze, imballaggi personalizzati e disegni.

Soddisfatto il dirigente scolastico, Francesco Paolo Marra, orgoglioso degli alunni che, seppur piccoli, hanno mostrato tutto il loro grande cuore e la solidarietà nei confronti di coetanei che in questo periodo stanno affrontando una quotidianità che nessun bambino dovrebbe mai vivere.